You are currently browsing the monthly archive for June 2014.

20140626-091328.jpg

Ed ecco che tocca anche a te da vicino.
Quando capita agli altri si è soliti dire un “mi spiace, posso fare qualcosa?”. Quando sei quella che deve rispondere ti nascondi dietro un spero vada tutto bene.
Capisci che di uomo ne hai solo uno nella tua vita e questo sarà per sempre.
Chiunque e qualsiasi cosa passa in secondo piano.

La tua compagna di banco è bizzarra ed è nata con la camicia?
La gente che vi circonda è falsa è vi ruba in ordine: amicizie e contatti di lavoro?
Il tuo amore confessato da tempo avrà un famiglia a breve?

Non importa.
Perché ora passa tutto in secondo piano, e non ha importanza.
Che si fa?
Beh si sorride come esorta la mia felpa preferita di Isabel Marant, si prende la dose mattutina di magnesio e si va a lavorare.
Questa sera date un bacio al vostro papà prima di andare a dormire.

Foto: felpa Isabel Marant per h/m

La settimana della moda uomo vista da lontano:

– come fanno a sapere quale sfilata c’è dopo questa? (esiste un calendario)
– cosa torna di moda prossimamente? (gli slip così non si nasconde nessuno)
– uomini: dove sono? (questi certo che si nascondono. Forse nemmeno in provincia)

ImageCoccodè a voi.

20140618-105854.jpg

Il tutto e subito” non è così comune.
Ieri sera mentre dissetavo un omino del signor Caprotti ero al telefono con una delle mie più care amiche.
Dopo due anni ha accettato un bicchiere d’ acqua: una soddisfazione.

Sistemate le 5 casse di Lauretana e liquidato l’atletico ragazzo mi concentro sul discorso.
L’argomento?
Casualmente uomini.
Quel tipo di uomo che è tatuato con la barba, che vedi in una riunione e non capisci più nulla, non quelli che piacciono alle mamme, ma quelli che ti fanno lavorare anche ad Agosto.

La mia amica mi fa compagnia mentre sistemo la spesa, le conclusioni sono:

– non l’apprezza
– non le scrive quello che desidera e quando vuole lei
– non la ama in modo incondizionato come in un cartone Disney

Mi costa molto dirlo, ma il soggetto in questione ha fatto dei miglioramenti, diluiti in due anni, ma li ha fatti.
Se avesse fatto quello che compie adesso, esclusi i suoi momenti di isolamento cronico, l’avremmo amato.
Che sia questo il famoso detto che mamme e nonne ripetono: “devi imparare ad accontentarti”?

Mia mamma dopo i miei resoconti mi esorta a spostare l’ attenzione da cuochi e grafici su avvocati e finanzieri, ma tanto sa che suo nipote per la comunione le chiederà un MacBook pro o un viaggio in Nuova Zelanda.
Verso i 31, anche se metà dei contatti Facebook si sposano o avranno figli, non voglio accontentarmi.
Perché prendere una gonna di pelle da h/m quando puoi averla, dopo un anno in saldo, di Isabel Marant?

Mondiali #Brasile 2014

Bene: eccoci al 12 Giugno 2014.
Se non avete in vista:

 
– un matrimonio, il vostro è quello che più farebbe la differenza, a quello degli altri andiamo già.
– un parto, pare vada più di moda della baby sac de jour bag, del vecchio ysl, ora solo Saint Laurent.
– una nuova assunzione, questo evento metterebbe in crisi anche le vostre ferie estive.

 

La giornata di oggi è, sicuramente, quella di cui si è sentito più parlare negli ultimi anni, mesi e giorni.

Inni nazionali, maglie colorate e calciatori faranno parte delle ore in ufficio, così come mail e telefonate.
Cristiano Ronaldo, nudo dalla copertina di Vogue Spagna, scenderà in campo per il suo Portogallo.
In Italia chi c’è?
Non conosciamo più nessuno

Non ci resterà che cantare l’inno di Mameli sabato a mezzanotte.

 

 

Foto: Vogue Brasile cover

 

 

20140611-175802.jpg

Mi sono sempre chiesta in base a quale criterio la gente venga inserita nella “top ten” delle frequentazioni e delle persone valide da inserire in posizioni di lavoro cruciale.
Più parlano male di te e non, più son cercati e stimati:

-“è una shampista”
-“il suo matrimonio non durerà più di un anno”
-“non so assolutamente come fare questo file”

Dunque sono tutti esempi di:
manager d’azienda – prezzemolini agli eventi più esclusivi – fidanzate con i ragazzi più interessanti.
Molti di questi esemplari si stupiscono di come mai vengano “esiliati” dalle telefonate settimanali.

Che il segreto sia un taglio e cuci?
Ah, le bizzarrie della vita sociale.
Non abbiamo risposta per voi questa settimana, ma siamo certe di una cosa: ci regaleremo un indito di Vito Nesta. Così, quando vi arriveranno delle peonie dal vostro Mr. Big , saprete dove riporle.

Foto: INdito di Vito Nesta
photo by Alessandro Esposito

http://www.vitonesta.com/

Se lo cercate disperatamente a Milano lo trovate da IPPOGRIFO Antichità in Via San Maurilio 18.

Play every game like it’s ‘The Last Game’ NEW NIKE AD Risk Everything 2014

Image

 

E’ da quando sono piccola che la tata mi ha cresciuta con educazione e “modi di dire”.

Quello che più mi è ritornato in mente in questi ultimi giorni è, per altro, uno dei miei preferiti: “chi si loda, s’imbroda”.
Gli ultimi mesi di questo 2014 sono sembrati sempre più puntate di “sex and the city” lo ammetto.
Sei fuori a cena dopo una meravigliosa quanto estenuante ora di piscina e ti senti dire: “sai devo esser stato inserito nella lista dei papabili”.
Il tuo cervello che, purtroppo non lascia passare neanche un dettaglio, si chiede subito dietro un non mascherato sgomento:
 
a – da chi?
b – perché me lo stai dicendo?
c – se realmente lo fossi non lo diresti.
d – come mai sei ancora single?
e – i migliori sono già stati presi.
 
Ed ecco che mi compare la mia tata come in un fumetto dei cartoni animati che guardavamo insieme: “cocca, chi si loda s’imbroda”.
Un po’ come chi ,ai colloqui di lavoro, si vende per quello che non è : “so usare sia pc, che mac” quando, forse, l’unica cosa che conosce dei prodotti di Steve Jobs è il simbolo che li contraddistingue: la mela.
 
E’ vero: anche questo compleanno lo passerai da single, ma non ti importa. Un altro tuo mantra è “meglio soli che mal accompagnati”.
Il tuo migliore amico ti dice che non ti va bene nessuno.
 
Gli ricordi che:
20 anni fa un potenziale uomo della tua vita l’hai già incontrato, ma 11 anni eran pochi per fare quello che si fa a 30.
2 anni fa ti sei innamorata follemente di un altro uomo, ma non andava bene per questioni che non dipendono da te.
 
Ecco, manca il terzo, su questo gli dai ragione.
Ma deve essere un giusto mix dei precedenti, altrimenti?
Un bassotto tutta la vita.

Cupcake: Di Viole di Liquirizia

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Grazia.it

Paperblog

%d bloggers like this: