You are currently browsing the tag archive for the ‘prada’ tag.

white_sposa_copertina

White Sposa 47-inblog

«Sul mio regno non tramonta mai il sole» disse Carlo V d’Asburgo. Questa a ermazione di metà ‘500 è stata trasmessa ai posteri ed ha consegnato alla storia il re di Spagna come primo dominatore dei due mondi. Il concetto dietro quelle parole era piuttosto semplice: i suoi possedimenti erano così estesi che in ogni momento in almeno una parte del reame era giorno. Il quadro dipinto era un pò diverso dalla realtà, perchè è vero che il suo regno si estendeva dall’Europa all’America, ma la mancanza di territori in Asia rendeva questa a ermazione di fatto impossibile. Però questa idea di sfarzo è stata sempre piuttosto comune tra i monarchi. Un altro re votato allo stile da grandeur (nonchè parente dello stesso Carlo V) è stato Luigi XIV, detto il Re Sole. Il francese è stato uno dei più influenti sovrani di tutti i tempi. Il suo dominio ha portato la nazione d’oltralpe a risplendere a livello di politica estera ed interna. Simbolo di questo sfarzo è stata la Reggia di Versailles, a cui Luigi XIV ha dato l’aspetto de nitivo dopo decenni di lavori. E’ in questa tenuta che si sono succeduti re e regine, principi e principesse, lord e duchesse. Una sovrana particolarmente dedita a questo tipo di vita era Maria Antonietta. Nata a Vienna a meta ‘700 e sposata con Luigi XVI, la sovrana era l’emblema della Francia barocca. Dotata di un sorriso smagliante e grande a abilità, nei primi anni di governo si dedicava alle pubbliche relazioni dentro Versailles. Sono passate alla storia le sue feste sfarzose ricche di cibo raffinato, champagne di alta qualità e con i più influenti personaggi di quel tempo. Ne è stata data una immagine moderna da Sofia Coppola. Ed ecco come giocare con capi preziosi e ricchi di dettagli rétro, per sentirsi romantiche mademoiselle. Vi presentiamo degli orecchini all’avanguardia, dallo stile contemporaneo con in uenze tradizionali e materiali sinonimi di glamour, della casa di gioielli british Mawi. Oppure le classiche ballerine Hangisi di Manolo Blahnik da abbinare alla clutch arcobaleno con la storica bbia “bouclè” del designer francese Roger Vivier. Sicuramente un paio di occhiali dalla forma arrotondata di Prada potrebbero aiutarvi durante un cocktail di benvenuto nei giardini del palazzo. E perché non ascoltare della musica pop con le cu e ricoperte di Cristalli Swarovski di Dolce & Gabbana. Ovvio che sarebbe meglio non indossarle con una pettinatura cotonata con piumaggi annessi, ma magari un trucco moderno usando una delle matite della nuova collezione della make-up artist Charlotte Tilbury, vi potrebbe donare uno sguardo più ammaliante che mai.

Passate ora in edicola a prendere una copia di White Sposa e continuate a seguirlo anche su Twitter, Pinterest e Facebook

http://twitter.com/#!/whitesposa
http://pinterest.com/whitesposa/
https://www.facebook.com/whitesposa/

 

Prada collaboration with Wes Anderson

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Grazia.it

Paperblog

Top Posts & Pages

%d bloggers like this: