You are currently browsing the tag archive for the ‘Brasile’ tag.

foto

 

Come da consuetudine ogni estate ho un appuntamento fisso: le chiamate su skype con il Brasile.
La mia Cristina Yang è a Trancoso, splendida località per vacanze brasiliane recensite su tutti i Vogue del mondo.
La domanda di quest’anno bizzarro per entrambe è:
Come facciamo a rivedere i ragazzi con cui passiamo delle fantastiche e insolite 12 ore?
Il telefono squilla il giorno dopo e quello dopo ancora, ma anziché la sua birra in frigorifero vorremmo lui, come si fa?
Onestamente a questa domanda non ho risposta. Se ne fossi fornita sarei, data l’età effettiva e non quella che dimostro, sposata con splendidi figli e bassotti in giro per casa.
La mia amica sbanda un secondo e non capisce come mai io non possa aiutarla questa volta, per farmi perdonare le regalo una mia perla con influenza britannica:

 

non si è mai patetiche se si è concise e dirette”.

 

Lei sorride, ringrazia e mi manda un bacio.
Londra si sta riempiendo pian piano dei suoi normali abitanti, le finestre si illuminano, le case si popolano e le vite s’ intrecciano.
Dal mio ottavo piano osservo con discrezione, si ha una prospettiva diversa. Mi piace credere che sia quella descritta dal professor Keating nell’attimo fuggente: “I stand upon my desk to remind myself that we must constantly look at things in a different way.”
Prima di uscire a cena guardo nel mio mini e compatto frigorifero: non ho nulla, se non una bottiglia di birra ghiacciata.
Non la bevo, non è mia, mi berrò un bicchiere di vino aspettando il proprietario.

Mondiali #Brasile 2014

Bene: eccoci al 12 Giugno 2014.
Se non avete in vista:

 
– un matrimonio, il vostro è quello che più farebbe la differenza, a quello degli altri andiamo già.
– un parto, pare vada più di moda della baby sac de jour bag, del vecchio ysl, ora solo Saint Laurent.
– una nuova assunzione, questo evento metterebbe in crisi anche le vostre ferie estive.

 

La giornata di oggi è, sicuramente, quella di cui si è sentito più parlare negli ultimi anni, mesi e giorni.

Inni nazionali, maglie colorate e calciatori faranno parte delle ore in ufficio, così come mail e telefonate.
Cristiano Ronaldo, nudo dalla copertina di Vogue Spagna, scenderà in campo per il suo Portogallo.
In Italia chi c’è?
Non conosciamo più nessuno

Non ci resterà che cantare l’inno di Mameli sabato a mezzanotte.

 

 

Foto: Vogue Brasile cover

 

 

%d bloggers like this: