You are currently browsing the monthly archive for August 2011.

Ciao!

A breve a Milano aprirà il primo monomarca milanese  del brand Faliero Sarti, noto per le sue sciarpe e stole uniche nel loro genere. Sono sia per donne che per uomini e, credetemi, sono un vero colpo di fulmine. E’ pressochè impossibile uscire da un loro negozio ( ce ne sono tre già aperti: Cortina, Firenze e Porto Rotondo) senza comprare qualcosa. Il lanificio Faliero Sarti nasce quasi mezzo secolo fa a Campi Bisenzio, Firenze. Fin dalla sue origini si è specializzato in creazioni per il pret a porter. La loro produzione mixa fibre di origine naturale tra le più pregiate come: lana, cashmere, angora, seta e lino a quelle di provenienza più industriale come microfibre di poliammide, poliestere e viscose di nuova generazione.

Aspettando l’apertura che sarà in questi giorni vi invitiamo ad andare sul sito:

http://www.falierosarti.com/?q=home/ e per l’online shop: http://www.thecorner.com/

Hi!

Soon in Milan will open the first flagship store in Milan of Faliero Sarti, known for  unique and must have scarves and stoles. They are both women and men, and believe me, you can’t live without: a stroke of lightning. It ‘almost impossible to escape from their store (there are three already open in Cortina, Florence and Porto Rotondo)without buying something. The wool mill Faliero Sarti was bornnearly a half century ago in Florence, Tuscany, Florence. Since its origins, he specialized in designs for the pret a porter. Their production mix of natural fibers are highly valued such as wool, cashmere, angora, silk and linen as those from more industrial microfibres of polyamide, polyester and viscose new generation.

Waiting for the opening will be in these days we invite you to visit our website:

http://www.falierosarti.com/?q=home/ and the online shop: http://www.thecorner.com/

Un bacio

pinkpentagonne

Ciao a tutti! C’è un concorso su Polyvore molto carino: si tratta di creare un set con gli abiti creati appositamente per la VOGUE FASHION NIGHT OUT e i set migliori verranno selezionati da 3 giudici davvero speciali: Blake Lively (Serena di Gossip Girl), Alexander Wang e Grace Coddington.

Blake ha già scelto i due set che preferisce, che sono questi due qui sotto:

Questa settimana tocca ad Alexander!

Cliccate qui per partecipare! In bocca al lupo! Si vince un viaggio premio a New York 🙂

Baci baci

RedPentagonna

Hello boys and girls! There is a very nice contest on Polyvore: it is about creating a set with clothes designed specifically for the VOGUE FASHION NIGHT OUT and the best sets will be selected by 3 special judges : Blake Lively (Gossip Girl), Alexander Wang and Grace Coddington. Blake has already chosen the two sets she likes best.  This week it is up to Alexander!

Click here to compete! Good luck! You could win a grand prize trip to NYC!

Hugs!

Ciao ragzze! Per chi tra voi è tornata nelle proprie città, vi proponiamo un outfit cittadino, ma che non si prende troppo sul serio… Vi suggeriamo una gonna corta, svolazzante e frivola che mette in evidenza le gambe abbronzate appena tornate dalle vacanze, dei tronchetti, scarpa che non potrà mancare nel vostro guardaroba, oppure un paio di zeppe colorate ed altisssssime. Non dimenticate un cappello vero must have di della stagione fredda 2011-2012. Non risparmiate sugli accessori che sono i veri protagonisti di ogni vostro outfit… Se poi indossate una maglietta con su scritto ” KEEP CALM AND CALL BATMAN” vi potete concedere di tutto…

Al prossimo outfit…

pinkpentagonna

Hello girls and! For those of you who have returned to their city, we propose a city outfit, easy and smart … We suggest you a short skirt, fluttering and trifling, which highlights just returned from holdays tanned legs, the ankle boots, shoes that can not miss in your wardrobe, or a pair of colorful and high heel wedges . Do not forget a hat must-have of the cold season 2011-2012. Do not save on the accessoriesthat are the real stars of all your outfits … If you wear a shirt that says “KEEP CALM ANDCALL BATMAN” will give you all …

At the next outfit …

pinkpentagonna

Pentagonne girls, leggete bene questa intervista e prendete nota. Qui si narra di un nuovo brand, nato meno di un anno fa, e pronto a raggiungere la fama in tutto il mondo. Anzi, lo sta già facendo. Si chiama Isabelle Martine, ed è stato creato da due giovanissime compagne di banco al corso di Fashion Styling all’Istituto Marangoni (Milano), Anaïs Isabelle Copini – Castorani e Martina Frappi. Anaïs è olandese ed è la creative director; invece Martina è italiana ed è la designer del brand.

Abbiamo intervistato Anaïs via mail, in esclusiva per Pentagonne.

1. Isabelle Martine è un nuovo brand: come è nata l’idea di disegnare borse?

Dopo aver frequentato a Milano nel 2005 il corso di Fashion Styling alla Marangoni, abbiamo viaggiato con la classe diverse volte a Parigi con uno specialista in pelli esotiche e pelli francesi equo-solidali: Le Cuir. Grazie a questi viaggi parigini, abbiamo iniziato a sognare le possibilità nel settore della moda.

2.  Cosa vi ha spinto a scegliere il made in Italy? O meglio made in Tuscany?

L’idea è nata dalla passione come tutte le donne per le borse, la borsa è un oggetto che non deve mai mancare, anzi ce ne vuole una per ogni occasione ed outfit! Di tendenza ma che non passa mai di moda, dai colori decisi e dal design e artigianalità impeccabile! Ecco perché made in Tuscany, terra di origine di Martina, famosa oltre per l ottima cucina anche e sopratutto per la pelletteria, unica al mondo!Sono borse in vera pelle in particolari finiture e nuance..dalla nappa liscia e uniforme al vitello vintage, più grintoso, curate nel minimo dettaglio, 6 modelli caratterizzati da un design semplice ma di forte impatto, il minimal che non stanca mai..

3.  Quando crei le borse, che musica c’è nel tuo iPod?

Buddha bar / musica popular brasileira / bossanova

Grazie Anaïs per la tua gentilezza. Se volete saperne di più di Isabelle Martine, cliccate qui!

Non vediamo l’ora di comprare le vostre creazioni, siamo in lista 😉

Un bacione

RedPentagonna

PS: Avete visto chi indossa Isabelle Martine? La cantante Kelly Rowland, ex-Destinity Child, che ha appena lanciato il suo nuovo singolo Motivation. Vi ricordate la hit “When love takes over” di David Guetta? Era proprio lei che la cantava. Ma non è l’unica celebrity che indossa Isabelle Martine, c’è anche Shannen Doherty, la mitica Brenda.

Pentagonne girls, well read this interview and take notes. Here it is told of a new brand, born less than a year ago, and ready to become famous throughout the world. Actually, it is already doing. It’s called Isabelle Martine, and it was created by two young girlfriends, during the course of Fashion Styling at Istituto Marangoni (Milan), Isabelle Anaïs Copini – Castorani Frappi and Martina. Anaïs, the creative director, is Dutch and Martina is Italian and she is the designer brand.we

We have interviewed Anaïs via e-mail,  an exclusive to Pentagonne blog.

1. Isabelle Martine is a new brand: how did the idea of designing bags? 

We met in Milan in 2005 where we both attended a Fashion Styling course at Marangoni. During these three years of class together, we’ve travelled several times to Paris with a specialist in exotic leather working on the french leather fair: Le Cuir. These Parisian trips where the beginning of a good friendship where we started dreaming about the possibilities in the fashion industry. 

2. What made you choose the Made in Italy? Or even better, made in Tuscany? 

The idea was born out of passion as all women for the bags, the bag is an object that should never be lacking, they actually want one for every occasion and outfit! But the trend never goes out of fashion, bright colors and the design and impeccable craftsmanship! That is why Made in Tuscany, the land of Martina, well known for great food also and especially for leather goods, is unique in the world!  They are genuine leather handbags in special finishes and shades .. smooth and uniform from the calf vintage leather, more aggressive, with attention to the smallest detail, six models with a design simple but a strong impact, minimal that never fails .. 

3. When you create the bags, what music is it in your iPod? 

Buddha bar / popular music brasileira / bossanova 

Anaïs, thanks for your kindness. If you want to learn more about Isabelle Martine, click here

We look forward to buying your creations, we are on the list 😉 

A kiss 

RedPentagonna

This slideshow requires JavaScript.

Le féminin-masculin est tendance!

Ciao Pentagonne, sicuramente anche voi adorate ZARA per mille motivi. Seguono esattamente i trend della stagione, i prezzi sono accessibili a tutti, e si puo’ trovare nei negozi una nuova collezione quasi ogni due settimane. E a proposito di tendenze, per la prossima stagione autunno/inverno le fonti di ispirazione dei designers del colosso spagnolo sono stati due stilisti: Stella McCartney e Marc Jacobs. Infatti, possiamo trovare vestiti di lana in colori naturali e ci sono molti capi in blu navy, un colore che ritorna dopo tanti anni ed è stato anticipato nelle collezioni dello scorso anno.

I tagli sono fortemente mascolini, o si potrebbe dire neutri. Né troppo femminili, ma neanche del tutto maschili. I pantaloni saranno il pezzo di punta dell’inverno, una stagione calda e di classe. E anche il dolcevita trova il suo posto.

Per la scelta della musa, ZARA era giusto che scegliesse lo stile androgino dell’aristocratica modella Stella Tennant, quindi non è una novità perché ha già preso parte a molte altre campagne pubblicitarie e conserva ancora gli stessi ingredienti, auspicando un successo già assicurato.

Hello Pentagonne, surely you also adore Zara for many reasons. Follow exactly the trends of the season, prices are affordable to everybody, and you can find a new collection in stores every couple of weeks. And speaking of trends, for the upcoming autumn / winter the sources of inspiration for designers of the Spanish giant were two creatives: Stella McCartney and Marc Jacobs. We can find wool dresses in natural tones and there is a strong presence of  navy blue, a color that comes back after so many years and was anticipated in last year’s collections.
The cuts are strongly masculine, or you could say neutral. Not too feminine, but not entirely masculin. The pants will be the must piece of winter, a warm season with class. And the turtleneck has its place.
For the selection of the muse, it was right that ZARA chose androgynous style of the aristocratic model Stella Tennant, that is not new to the public because she has already taken part in many other campaigns and still has the same ingredients, hoping for a success already assured.

Un bacio,

RedPentagonna

Priscila Finkler Pini and Maria Princesa biojóias

This slideshow requires JavaScript.

Priscila è una designer brasiliana. La sua esperienza nel campo dei Bio&Eco bijoux nasce quasi per caso. Studia e si laurea in Hotel Management, il suo lavoro la porta nel 2007 a Trancoso a gestire due luxury posade: il Gordo http://www.boutiquehotelsandresorts.com/hotels/ElGordo_home.cfm

prima e lo UXUA http://uxua.com/ poi. E’ proprio grazie a  quest’ultima che Priscila scopre la sua passione e la sua abilità nel disegnare oggetti, come cucchiaini ed altri elementi di ornamento per la casa, con materiali di recupreo e di riciclo. Nasce così la sua collaborazione con due artigiani locali uno dei due è Josè Romàrio e ne segue l’ apertura di uno store nel quadrado, cuore e anima del paesino di Trancoso.

Dopo la realizzazione della sua prima collezione, principalmente concentrata su oggetti per la casa, Priscila si concentra sulla creazione di accessori e gioielli fatti a mano, disegnati da lei stessa, e realizzati dagli artisti artigiani con cui ha iniziato la sua avventura nel 2007. Due anni dopo nel 2009 propone la sua collezione a San Paolo ad amici e conoscenti, in pochissimo tempo tutti vogliono i suoi orecchini, le sue collane, i suoi bracciali e i suoi anelli.

La giovane designer inizia così a vendere le sue collezioni, sia a noti stores brasiliani,  che a clienti privati.

La qualità dei gioielli ed accessori è altissima, i materiali sono tutti scelti uno per uno da Priscila e appartengono al mondo socio-bio in cui la designer  crede fortemente. Sono tutti realizzati con materiali locali e provenienti dalla cultura brasiliana come: piaçava-una palma brasiliana, tucum-una specie di palma nativa dell’Amazzonia i suoi frutti sono commestibili e le loro proprietà sono impiegate nel mondo ecologico, chifre-corno e osso. Sono tutti realizzati ponendo una forte attenzione alla cultura brasiliana ed ai suoi materiali che la contraddistinguono.

Il successo delle creazione di Priscila le hanno permesso di produrre delle collezioni speciali per noti brands brasiliani  come Lenny: http://www.lennyswimwear.com/ noto marchio di swimwear brasilano, per quanto la realizzazione di fibbie di cinture e parti di esse realizzate con i materiali usati come costante dalla designer Priscila.

Renata Vincintin ha realizzato degli elementi decorativi per i bikini di quest’ultima collezione.

Per il marchio Erre ha realizzato, invece dei bottoni.

Se vi abbiamo incuriosito trovate le creazioni di Priscila Finkler Pini su facebook: http://www.facebook.com/mariaprincesabiojoias potete scrivere una mail e ordinare quello che desiderate dalla vostra pagina facebook. Tramite zeever, nuovissima applicazione  che permette di crearsi un online store  su facebook. L’ f-commerce  di Maria Princesa biojóias sarà disponibile dal prossimo mese…. Nel mentre vi invitiamo a visitare la fan page e ad ordinarli via mail a Prisicila.

Priscila is a Brazilian designer. Her experience in the field of Bio & Eco jewelry was born almost by accident. She studied and graduated in Hotel Management, his work the door in Trancoso in 2007 to manage two luxury Posada:

The Gordo http://www.boutiquehotelsandresorts.com/hotels/ElGordo_home.cfm first and then UXUA http://uxua.com/. Thanks to this experience Priscila discovered her passion and her ability to design objects such as spoons and other items for interior design with recycling materials. The result is a collaboration with two local craftsmen, Jose Romario is one of the two, follows the ‘opening of a store in the Quadrado, heart and soul of the village of Trancoso.

After the production of her first collection, mainly focused on household items, Priscila focuses on creating accessories and handmade jewelry, designed by herself, made by artists and craftsmen with whom she began her adventure in 2007. Two years later in 2009, presented her collection in Sao Paulo to friends and acquaintances, in no time everyone wants her earrings, her necklaces, bracelets  and her rings.
The young designer begins to sell her collections, both well-known stores in Brazil, and to private customers.
The quality of jewelry and accessories is very high, the materials are all chosen one by one by Priscila and belong to the socio-bio in which the designer believes strongly.They are all made from local materials and Brazilian culture:  piaçava- a brazilia palm,  tucumã-a species of palm native Amazonian, chifre-horn and bone. They are all made by placing a strong emphasis on Brazilian culture and its material that distinguish it.
The success of the creation of Priscila have allowed it to produce special collections for well-known Brazilian brands like Lenny: http://www.lennyswimwear.com/ known brand of swimwear in Brazil, as the realization of belt buckles and parts of them made with materials used by Priscila.
For Renata Vincintin she made decorative elements for the collection of bikinis.
For Erre has created a buttons’s collection.

If you have found curious creations Priscila Finkler Pines on facebook: http://www.facebook.com/mariaprincesabiojoias can write an email and order what you want from your facebook page. Through zeever, new application that allows you to create an online store on facebook. The ‘f-commerce biojóias Princesa Maria will be available from next month …. In the meantime, please visit the wine fan page and order them by mail to Prisicila.

Un bacio.

pinkpentagonna.

Ciao a tutti, noi di Pentagonne vogliamo dedicare un nostro piccolo tributo alla cantante e songwriter Amy Winehouse, che é  mancata in circostanze poco chiare a soli 27 anni poche settimane fa. Ha lasciato un segno anche nel fashion world, con il suo stile da pin-up degli anni ’50, i suoi tatuaggi, l’eye-liner nero sempre ben definito e l’amore struggente per il suo Blake Fielder-Civil.

A me ha colpito particolarmente che avesse la mia stessa età. Ma soprattutto penso che abbia colpito tutti con la sua voce. Era unica, indelebile e emozionante. Qui potete trovare due inediti, che mi ha suggerito una sua fan, mia zia. Perché Amy non era un fenomeno da ragazzine, o meglio non solo. La sua voce colpiva tutti. I suoi testi erano autobiografici e forse é proprio per questo che ti lasciavano qualcosa dentro, oltre ad un bel motivetto come la canzone “they try to make me go in rehab…I said no no no….”.

Love is a loosing game” e “Back to black” sono le mie preferite.

Karl Lagerfeld l’ha definita non solo una musa, ma un genio. Una delle voci più belle. Concordo anche io. Ho incontrato molte teenagers che indossavano la mini e le ballerine, con sopra una polo di Fred Perry, proprio come lei. Addirittura una ragazza tedesca che lavorava in una macelleria di Tubingen, in Germania, era pettinata con la cofana identica a quella di Amy. C’erano anche dei ragazzi con cui ho parlato che ne subivano il fascino della bad girl.

Ci mancherai Amy.

This slideshow requires JavaScript.

Ciao Pentagonne! We would like to dedicate our tribute to singer and songwriter Amy Winehouse, who died a few days ago under unknown circumstances at the age of 27.

She has influenced the fashion world, with her 50s pin-up style, her unique tattoos, the strong marked black eye-liner and the love of her life Blake Fielder-Civil.

She had my same age. This is something that made me think about it. I think she had an astonished voice. It was unique, permanent and touching. Here you can find two unreleased songs, which were suggested by a fan of her, my aunt. Because Amy wasn’t a teenager idol, or not only. Her soul touched everybody’s feeling. Her texts were autobiographical and maybe that’s the reason why you could feel part of it. Of  course, you’ll be singing the tune “they try to make me go in rehab…I said no no no….”

Love is a loosing game” and “Back to black” are my favorite ones.

Karl Lagerfeld said once that she is not only a muse, but also a genius. One of the most beautiful voices of our time. I agree.

Many teenager girls I’ve met dressed like her a mini, with ballerina shoes and a Fred Perry polo. Once I was at the butcher in Tubinger, Germany, and the girls who served my order had her hair styled the same way as Amy. I’ve also met boys who thought she was an attractive bad girl.

We’ll miss you, Amy.

Baci baci

RedPentagonna

 

RedPentagonna

Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Grazia.it

Paperblog

%d bloggers like this: